WordPress vieta agli sviluppatori di utilizzare WP nel nome dei plugin

I plugin che vengono sviluppati, se nel nome utilizzano “WP”, vengono rifiutati dal team di revisione dei plugin di WordPress. WordPress afferma che Automattic detiene il marchio per WP.

WordPress vieta agli sviluppatori di utilizzare WP

Joe Youngblood, un marketer digitale di Dallas, TX, ha avuto una spiacevole sorpresa venerdì 13: dopo aver inviato un nuovo plug-in per WordPress alla directory dei plug-in di WordPress, è stato rifiutato automaticamente. Il messaggio di rifiuto indicava che il plugin non poteva includere WP nel nome.

Un membro del team ha detto a Youngblood di essere stato esplicitamente incaricato di vietare l’uso di WP nei nomi dei plug-in.

Beard ha scoperto che circa tre mesi fa un collaboratore di WordPress ha aggiunto “wp-” al proprio codice di controllo automatico del marchio. Il codice specifica che “WP” è un marchio di Automattic e non può essere anteposto al nome di un plugin.

Parole di Youngblood

“Ecco tutto ciò che so finora su questo problema “WP” con WordPress”

  1. Circa 3 mesi fa, la WordPress Foundation ha richiesto al team di volontari di impedire a qualsiasi plug-in di utilizzare il termine “WP” all’inizio del nome.
  2. La WordPress Foundation non possiede alcun diritto legale sul termine “WP” ma solo su “WordPress”. WP è di proprietà come marchio in alcuni settori di @WhistlePigRye e Donegal Insurance per il loro software interno “Write Pro”.
  3. Il supporto per i plugin di WordPress mi ha detto che era una buona cosa non poter usare il nome del plugin in cui avevo investito molto tempo e denaro perché era comunque dannoso per la SEO.
  4. L’elenco dei blocchi scoperto da @AndyBeard include alcuni nomi di plug-in WordPress ben noti tra cui WP Mail SMTP, che inizia ironicamente con “WP”.
  5. Chiunque sia al supporto dei plug-in mi ha detto che “ci sono vari team legali che se ne stanno occupando”, ma non c’è molto da dire poiché né The WordPress Foundation né Automattic possiedono il marchio “WP”.
  6. Per chi non lo sapesse, nel 2010 il fondatore di WordPress, Matt Mullenweg, ha fondato The WordPress Foundation che ha acquisito la proprietà del marchio “WordPress” e ha dichiarato che qualsiasi sviluppatore poteva utilizzare “WP” in qualsiasi modo desiderasse. Molti hanno rinunciato a domini con “wordpress” al loro interno.
  7. È un luogo comune da oltre un decennio che, gli sviluppatori di WordPress che creano un plug-in, iniziano con il termine “WP” per indicare che si tratta di un plug-in di WordPress. Questa convenzione viene utilizzata anche da società di hosting come WP Engine e sviluppatori di temi.
  8. Ci sono alcuni plugin per WordPress con un marchio registrato USPTO che iniziano con “WP”, il che significa che, se fossero lanciati oggi, @WordPress violerebbe i loro diritti legali sul loro nome cercando di costringerli a non usarlo.

Leave a Reply

Guide per la realizzazione di siti web